Blogs

Saluti da #C2C15!
 
La sezione A/V di roBOt Festival,  dedicata alle Arti Visive, storicamente suddivisa in due
macro aree ­ curatorial e call4roBOt ­ annuncia i 6 progetti curatoriali, scelti e
commissionati direttamente dal festival, che vanno ad integrare il programma di 2 1 progetti
call4roBOt (19 selezionati attraverso il bando internazionale call4roBOt e i 2 vincitori
dell’edizione argentina), annunciati prima dell’estate.

Tra i sei progetti curatoriali individuati da roBOt Festival nel segno di # XLR8, tema guida di
questa edizione, si segnala l’anteprima assoluta del live audio/video dove il suono spigoloso
e raffinato di M orkebla incontra i visual di Sara Scenderbech: incubatrici, acquari, trapani
odontoiatrici danzano in una voragine di vertiginose profondità producendo paesaggi alieni,
sospesi tra artificiale ed organico.

Saluti da #C2C15!

Annunciati proprio in questi giorni nuovi nomi , e la line up del #C2C15 è sicuramente una delle più incredibili delle ultime edizioni.
Se da sempre lo abbiamo considerato forse l’unico festival italiano che si affaccia all’Europa e oltre, l’unico festival italiano di fama e impronta internazionale, calato nella contemporaneità ma sempre di gran lunga “avanti”, quest’anno Club To Club saluta davvero tutti e celebra il suo XV anniversario con un’edizione che si preannuncia incredibile.
A Torino dal 4 all’8 novembre, durante la Contemporary Week: cinque giorni e live di alcuni degli artisti più acclamati e visionari al mondo, che si snoderanno all’interno di location uniche , dal Salone dei Concerti del Conservatorio, Teatro Carignano, dai padiglioni post-industriali del Lingotto Fiere al quartiere di San Salvario.
Novità assoluta è la presenza di THOM YORKE con il suo progetto TOMORROW'S MODERN BOXES, seconda release a sei anni dal suo debutto solista ("The eraser"). Un disco vibrante, caldo e profondo che dal vivo ci regalerà non poche emozioni.
Questa sera iniziano i festeggiamenti con una preview torinese alla Fondazione Sandretto e performance di Danny L Harle (Pc Music), Vaghe Stelle, Club To Club Soundsystem Giorgio Valletta.
Ecco la line up completa ( Ad oggi). Già soldout il Passport, abbonamento che dà accesso a tutti gli eventi.

Ryoji Ikeda – Supercodex

A Torino, nell’ambito del TOdays Festival, Rijoy Ikeda presenta Supercodex, progetto che completa la trilogia iniziata con Dataplex nel 2005, proseguita poi con Test Pattern.
Ad ospitarlo la meravigliosa cornice del Museo Ettore Fico, ex SICME ( Società Industriale Costruzioni Meccaniche ed Elettriche) attualmente al centro di un vasto programma di riqualificazione di un’area industriale dismessa.
Il centro della trilogia di Ikeda ( Dataplex – Test Pattern – Supercodex ) è il modo in cui l’artista tratta i dati informatici e li connette al suono in una continua sperimentazione sul legame tra dati matematici , codici e suono. Composizione sonora nel primo progetto, puro concept in Test Pattern ( sono proprio i dati a generare suoni e immagini), in Supercodex una rappresentazione ancora più scarna e minimalista: frammenti di suoni e luci, scomposizione. Matematica pura.
Dal punto di vista formale:  bassi che fanno vibrare la pelle, un cuore pulsante nello stomaco, e distorsioni, separazioni nette tra i suoni, nessun virtuosismo.  Pause, silenzi, e poi rumore.
Lui al centro dell’immagine, investito dalla luce e dal suono.
Anche il mezzo visivo appare infatti sempre più minimalista: luci stroboscopiche, alternanza di bianco e nero. Nessuna ombra.

lpm 2015

LPM è un meeting internazionale di artisti, esperti ed appassionati di veejaying, visual e live video performance, giunto alla XVI edizione. L’obiettivo di LPM è promuovere e diffondere la libera circolazione di idee, conoscenze, tecniche e linguaggio legati al LIVE VIDEO, protagonista indiscusso del Meeting, attraverso una programmazione spettacolare, innovativa e coinvolgente.
LPM 2015 Rome ospita più di 400 artisti provenienti da Italia, Germania, Portogallo, Regno Unito, Turchia, Svizzera, Francia, Argentina, Stati Uniti, Spagna, Australia, Ungheria, Repubblica Ceca, Lettonia, Slovenia, Paesi Bassi, Austria, Serbia, Belgio, Romania, Polonia, Grecia, Ucraina, Bulgaria , Jugoslavia, Giappone, Uruguay, Irlanda, Hong Kong, Filippine, Bolivia, Messico, Estonia, Brasile, Cina, Corea del Sud, Vietnam, Israele, Finlandia, India, Taiwan, Danimarca, Senegal, Canada, Svezia, Bielorussia che presentano 232 attività tra performance, workshop e showcase. http://liveperformersmeeting.net/2015-rome/artists/

sonar 2015

Quando si leggono i nomi della lineup del Sonar si ci rende conto di quanto sia varia e intensa la scena musicale contemporanea, è anche vero che chi si occupa della scelta degli artisti che saranno presenti ad uno dei festival più importanti del mondo è capace di creare un mix sapiente ed eterogeneo capace di continuare ad attrarre di anno in anno sempre più persone. All'edizione 2015 del Sonar saranno presenti mostri sacri dell'elettronica come i The Chemical Brothers, grandi glorie del passato come i Duran Duran, nuovi geni come Arca con i visuals del suo amico Jesse Kanda e FKA twigs, ma anche un'eclettica schiera di nomi che costituiscono molte dei punti di riferimento delle diverse scene che danno luogo al presente della musica come Hot Chip, Autechre, Mika Vainio, Scuba, Laurent Garnier, Squarepusher e ancora molti altri. Completano lo scenario molti altri nuovi artisti e accoppiate inedite che sono curioso di vedere dal vivo:  J.E.T.S. (Jimmy Edgar and Machinedrum), Holly Herndon, Atom™ + Robin Fox, Mumdance & Novelist.

Ma è inutile cercare di fare sintesi in una lineup come quella del Sonar, dove ognuno può creare il proprio festival personale e tornare a casa con il sorriso, date uno sguardo: 

The Chemical Brothers (UK), Skrillex (US), Duran Duran (UK), Die Antwoord (ZA), FKA twigs (UK), A$AP Rocky (US), Flying Lotus (US), Róisín Murphy (UK), Jamie xx (US), Arca & Jesse Kanda (VE-UK), Hot Chip (UK), Autechre (UK), Siriusmodeselektor (DE), Fat Freddy's Drop (NZ), Kindness (UK), Laurent Garnier (FR), Dubfire:live Hybrid (US), Totally Enormous Extinct Dinosaurs (UK), Maya Jane Coles (UK), PXXR GVNG(ES), Evian Christ (UK), Annie Mac (UK), Cashmere Cat (NO), Skepta, Floating Points, Francesco Tristano, Lorenzo Senni (IT), J.E.T.S. (Jimmy Edgar and Machinedrum), Rone, KTL (AT-US), Daniel Avery (UK), Ten Walls (LT), Henrik Schwarz (DE), The 2 Bears (UK), Sophie (UK), Roman Flügel (DE), Special Request (UK), LCC (ES), Holly Herndon (US), The Bug (UK), Ralph Lawson (UK), Dorian Concept (AT), Kiasmos (IS), Kate Tempest (UK), Young Lean & Sad Boys (SE), Vessel (UK), Badbadnotgood (CA), Tourist (UK), Russell Haswell (UK), Meneo (ES), Redinho (UK), Desert djs (ES), Mika Vainio (FI), Lee Gamble (UK), Helena Hauff (DE) CONTINUA >>

wnf 2015

Milano, 21-22-23-24 maggio 2015. Giardini Indro Montanelli, Corso Venezia 55. Un’esperienza aperta a tutti per celebrare l’innovazione, la tecnologia e l’eccellenza come elementi chiave per la crescita economica, culturale e sociale del Paese. Wired Next Fest - che nella seconda edizione del 2014 ha fatto registrare oltre 87mila presenze - rinnova
per il terzo anno consecutivo la collaborazione tra
Wired, il brand Condé Nast che conta oltre 4.2 milioni di
utenti unici sul sito Wired.it, e il Comune di Milano - Assessorato alla Cultura e Assessorato alle Politiche per
il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca.

 

 

L’appuntamento si tiene da giovedì 21, con il concerto d’apertura, a domenica 24 maggio ai giardini Indro
Montanelli di Milano, all'insegna del concetto di
Ipercubo, con le sue tre dimensioni tradizionali che
rappresentano
le parole chiave dell’edizione: retta, altezza e profondità. Questi gli assi lungo i quali
verranno raccontati l’economia, la scienza, la tecnologia, il digitale, la politica, la società, l’intrattenimento,
le arti performative, la diversità, la leggerezza, le forze e i contrasti che hanno già cambiato il nostro tempo
più radicalmente di quanto noi si sia consapevoli.

Grazie alla partecipazione di esperti di rilievo nazionale e internazionale e all’utilizzo di molteplici linguaggi,
Milano si trasforma per un fine settimana nel luna park della scienza e della tecnologia, il vero Fuori-Expo
dell’Innovazione: oltre 120 relatori, performance, laboratori, droni, workshop per tutte le età che si
divideranno tra il parco, il Planetario e il Museo Civico di Storia Naturale.

La quarta dimensione del Fest è il tempo, attraverso il quale si snoderanno sei fine settimana tematici
successivi nei quali, tra giugno e ottobre, saranno protagonisti Salute, Benessere, Sostenibilità, Design,
Video, Musica, Scienza, Biotech, Intelligenza artificiale, Istruzione, Lavoro e Piccole imprese innovative. A
concludere la stagione sarà il 30 e il 31 ottobre il Wired Next Fest Light Festival: un
omaggio all’anno
internazionale della Luce, dalla scienza all’arte, che vestirà la città con il 3D mapping e il light design.

mutek

Al via la sesta edizione del Mutek Festival di Barcellona. Dopo l'ottima risposta di pubblico registrata dalle precedenti edizione il festival propone quest'anno un palinsesto ricco di artisti internazionali e non.
Dal 4 al 7 Marzo in varie location della città  di Barcellona si alterneranno i live di artisti quali Der Panther (es), Magic Mountail High (de/nl), Nonotak (fr/jp), Pantha du Prince (de), Robert Henke (de), Talaboman (es/se) e Twin Drive (it/br), che stupiranno gli spettatori con immagini e sonorità  nuove.

http://www.mutek.org/en/spain/2015