Giuseppe Guariniello's blog

Romaeuropa Festival - Try the Impossible

Dal 7 ottobre al 30 novembre, a Roma, la 26a edizione del Romaeuropa Festival, 39 appuntamenti con 150 artisti da 20 paesi. Scene, Digitalife, DNA-danza nazionale autoriale, Corpi resistenti, Suoni: è in cinque capitoli la nuova avventura artistica di Romaeuropa e lungo due mesi intreccerà i più diversi linguaggi contemporanei per la ventiseiesima edizione del Festival.
Nei trentanove appuntamenti in programma, autori e artisti insieme a noi lanceranno al pubblico la sfida a provare l’impossibile – Try the Impossible è il titolo del Festival– penetrando un presente in profondo e incerto cambiamento e spingendosi oltre i confini del possibile per osare un percorso di ridefinizione di senso del nostro tempo.

neapolis 2011 Quest'anno il Neapolis Festival torna all'Italsider di Bagnoli con una line up spettacolare. Nel 1997 cominciva l'avventura del Neapolis nell'ex acciaieria, che poi ha ospitato molti grandi nomi della musica internazionale. Nel corso degli anni il festival ha cambiato molte location ma nessuna è mai riuscita ad incarnare lo spirito di questo evento. Dopo 15 edizioni il Neapolis torna nella sua casa d'origine, che adesso si chiama “Acciaieria Sonora” ed è stata trasformata in un'arena da dodicimila posti, con degli show impetuosi e potenti come possono essere i live dei Mogwai e degli Underworld che da soli potrebbero valere una gita a Napoli. Ma Neapolis ci ha abituato a line up molto più strutturate e poliedriche, quindi agli headliner, tra i quali nominerei almeno Skunk Anansie ed Hercules And Love Affair, si aggiungono molti altre band, date uno sguardo...

Il Sonar e lo spirito della festa - Report day 1

Durante i miei studi universitari, tra i tanti corsi pesanti e poco utili nella vita, ho avuto modo di studiare antropologia culturale con il prof. Paolo Apolito, autore de "Il tramonto del totem. Osservazioni per una etnografia delle feste", un testo molto interessante che si interroga sul senso della festa nella storia della nostra amata e travagliata società. Nell'opera di Apolito, la festa viene definita come un vissuto collettivo che si differenzia dal rito, che consiste in una sequenza formalizzata di azioni, perché il rito è qualcosa che si fa, la festa è qualcosa che soprattutto si sente.

dancity 2011

Il Dancity Festival 2011 "Back to the Future" si terrà a Foligno (PG) l'1 e il 2 luglio al complesso dell'Auditorium di San Domenico, a Palazzo Candiotti e all'Auditorium di Santa Caterina. Tradizione e innovazione rappresentano ancora una volta le parole chiave della sesta edizione del Festival, che unisce alcuni dei luoghi più suggestivi ed importanti della città ad una manifestazione di respiro internazionale, ricca come sempre di artisti di altissima qualità. Spazi outdoor e indoor per due giorni pieni di concerti, live & dj set, installazioni, mostre, workshop.

Meet In Town 2011 - Sic et simpliciter
Dopo il sorprendente successo dello scorso anno, MIT - il festival dei nuovi suoni realizzato da Musica per Roma in collaborazione con Snob Production - torna il 22 e 23 luglio per una nuova edizione ricchissima di novità ed artisti tra i più interessanti e seguiti del panorama internazionale. Due giorni di musica e festa, in tutti gli spazi interni ed esterni dell’Auditorium, a partire dalla grande cavea all’aperto, per proseguire in tutte le sale, foyer, corridoi, bar… spazi differenti, in molti casi re-inventati per il festival, in cui scoprire live, dj set, performance e istallazioni.

pure:abstract:cinema a live audio-visual performance

Scomporre la grammatica filmica mediante le non-regole della cultura visiva contemporanea.
Un movimento iperbolico, dall'imperfetta perfezione di Alfred Hitchcock fino alla perfetta imperfezione di Dziga Vertov.
Alla base dell'esperimento di abstract:groove: pura astrazione cinematica, mantenuta dall'improvvisazione, come nei grooves di Ornette Coleman o Coltrane. Un re-edit live delle esperienze oniriche del collettivo creativo, condivise in quest'occasione con chiunque pronto a varcare la soglia dell'umore astratto.

offf 2011 report

Qualche anno fa, vagando sul web, mi sono imbatuto in Offf, rimasi subito colpito dalla comunicazione e dal concept dell'evento e postai su un mio vecchio blog che oramai non esiste più.
Purtroppo da quel tempo ho solo potuto seguire Offf virtualmente, tramite il suo sito o grazie ai racconti di amici e collaboratori (qui il nostro report di Offf 2009). Quest'anno finalmente sono riuscito a seguire fisicamente Offf e ho capito che quello che si riesce a percepire dall'esterno è solo una impercettibile parte di quello che questo evento riesce a generare.

Offf non è semplicemente uno showcase di lavori eccezionali, Offf non riesce soltanto a delineare l'estetica contemporanea che si sviluppa sotto i nostri sguardi, Offf va molto più in profondità perchè riesce a rendere evidente il segreto delle persone che, nel mondo del design, riescono a realizzare i progetti migliori, i lavori più interessanti, questo segreto si chiama "passione".

ikeda + sakamoto villa massimo

Tornano a Roma due maestri dell'arte contemporanea, Alva Noto & Ryuichi Sakamoto presentano Summvs nella splendida Villa Massimo, sede dell'Accademia Tedesca a Roma. Un evento imperdibile per gli appasionati di musica e sinestesia audio-video, perchè, all'indiscussa bravura dei due artisti, va aggiunto che Alva Noto, essendo stato borsista dell'Accademia Tedesca a Roma, quando vi si esibisce da il meglio di se. Lo abbiamo visto in varie occasioni, da solo o in coppia con Byeton, nel corso degli anni, ogni apparizione a Villa Massimo si contraddistingue, oltre per la qualità, anche per la passione che emerge quando Nicolai si esibisce nel luogo dove ha vissuto per circa un anno. Qui trovate il report e le foto dell'evento di settembre 2009.

Anche l'esibizione di Ryuichi Sakamoto a Digital Life è stato un momento davvero speciale per Roma, potete vedere le foto e leggere dell'evento nel nostro report sull'evento.

Laboratorio per la creazione di performance audio-video 27/28/29 maggio @ Pagliaio - Roma

Il 27/28/29 maggio @ Pagliaio - Roma avrò il piacere di tenere un "Laboratorio per la creazione di performance audio-video".  Il laboratorio ha come obiettivo principale la comprensione degli step necessari per la creazione di una live performance audio-video. Il laboratorio è stato pensato non solo per tutti coloro che, avendo già dimestichezza con la produzione audio o/e video, vogliono capire come utilizzare le proprie conoscenze in ambito performativo, ma anche per tutti quelli che, da semplici appassionati, vogliono cominciare a muovere i primi passi nel mondo degli eventi live.

oddstream 2011

Oddstream è un festival di comunicazione e multimedia dove la partecipazione del visitatore e l'interazione con la location dell'evento gioca un ruolo fondamentale. Per gli organizzatori del festival partecipazione vuol dire l'opposto dell'indifferenza. Oddstream mostra esempi di partecipazione in arte, cultura, comunicazione e media e lascia partecipare il visitatore al festival senza evitare il dibattito.

Il tema di questa edizione di Oddstream è: "love and conflict"